• Corp Network

NADiRinforma incontra Vincenzo Linarello 5/5

In occasione della presentazione della Manifestazione che le organizzazioni che da anni lavorano alacremente nella Locride a salvaguardia del contesto sociale stesso in contrapposizione alla criminalità organizzata , hanno promosso a Locri il 1° marzo 2008:

"Nella Locride per VINCERE in Calabria. Un'Allenza contro l'ndrangheta e le massonerie deviate, per la democrazia e il bene comune!".

Linarello ci spiega come l'Italia intera sia oramai contagiata - da nord a sud - dall'espansione strisciante delle mafie e dei poteri occulti, veri e propri tumori della democrazia e del bene comune.
Si assumono decisioni pubbliche in luoghi privati, si trasforma la politica in "Borsa" degli interessi individuali, si lede la concorrenza ed il libero accesso ai mercati.
Ci si impadronisce di "beni pubblici" sottraendoli alla collettività, si emargina chi "non conta nulla", in quanto pare non avere potere di scambio, s empre secondo i parametri imposti.

A tutt'oggi hanno aderito all'Allenza più di 500 Organizzazioni Sociali e più di 2000 cittadini a dimostrazione che il nostro Paese è alla ricerca della sua stessa identità allineandola ad un concetto di libertà e di democrazia.